home / Lettere / Digital Marketing / [Non solo] Black Friday: cosa fare per il tuo eCommerce tutto l’anno
Prepara te e il tuo ecommerce a una strategia ponderata per il Black Friday e il Cyber Monday, non dando nulla per scontato.
ecommerce black friday cyber monday

[Non solo] Black Friday: cosa fare per il tuo eCommerce tutto l’anno

Black Friday e Cyber Monday: dalla tradizione statunitense del primo venerdì dopo il giorno del Ringraziamento dedicato agli acquisti alle declinazioni tecnologiche di due “festività dello shopping” strategicamente posizionate prima del Natale, particolarmente attese come momento d’elezione per sconti, offerte e occasioni. 

Come prepararsi, nell’ottica di una strategia che continua anche per il resto dell’anno

Quest’anno le due ricorrenze dello shopping cadono rispettivamente venerdì 26 novembre 2021 e lunedì 29 novembre 2021: Black Friday e Cyber Monday si rivelano ogni anno di più momenti di particolare impulso per vendite e acquisti.

La psicologia degli sconti si rivela infallibile e il piacere del risparmio particolarmente sentito dagli acquirenti, soprattutto in una fase che precede i regali di Natale. I dati parlano, solo nel 2020, di un aumento del +36% delle vendite online globali rispetto all’anno precedente.

Tu che vendi, hai un’opportunità importante: quella di non concentrarti solo sulla chance di vendere di più in uno o due giorni particolarmente fortunati, ma approfittarne per iniziare a impostare quel processo che consente di ridurre il tasso di abbandono del carrello. E soprattutto, conquistare utenti soddisfatti, fidelizzare i clienti e ottenere più conversioni tutto l’anno.

Sei pronto/a?

Un buon eCommerce, soprattutto per le piccole imprese, non nasce da una formula magica, ma da un processo interattivo, continuo e incrementale, con obiettivi mirati: una progettazione accurata di dati, identità, design e contenuti.

Ne parliamo spesso: il tuo store online merita un sito bello e funzionale, ben posizionato con le opportune attività SEO, un check-up approfondito delle tue piattaforme social, per comprendere esattamente su quali punti nevralgici investire, contenuti ben scritti e originali per le tue categorie e i tuoi prodotti, e non ultima una manutenzione oculata, per non trovarsi in panne proprio il giorno del famoso Black Friday con plugin malfunzionanti, vecchi banner obsoleti o altri malfunzionamenti del carrello.

Black Friday e Cyber Monday: i più desiderati

Partiamo da qualche dato relativo all’anno passato: sera e notte si confermano come le fasce orarie preferite dagli utenti (che hanno dedicato altri momenti della giornata a tenere d’occhio le offerte: gli acquisti legati a queste due giornate non sono necessariamente impulsivi: almeno il 48% dei consumatori ha già in mente che cosa vorrebbe acquistare

Tra le categorie merceologiche più appetibili, tutto il settore tech, dagli smartwatch alle console, elettrodomestici come aspirapolvere e smart tv, e i sempiterni settori moda, abbigliamento, sneakers, profumeria (anche se quelle che inizialmente erano giornate di scontistica soprattutto in area tecnologica si sono trasformate in momenti tradizionali di offerte speciali in tutti i settori, comprese la gastronomia e lo sport).

Secondo i dati raccolti dal comparatore di prezzi Idealo, anche le ricerche online nella giornata del Black Friday 2020, lo scorso 27 novembre, sono aumentate in Italia del +25,0% rispetto al Black Friday 2019, e tutto il mese di novembre ha fatto registrare un’impennata di interesse (intenzioni di acquisto) del +65,0% rispetto allo stesso mese del 2019.

Giocare d’anticipo (o arrivare in ritardo di proposito)

Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?

Ogni attività ha una sua storia, e non esiste una strategia che si adatti perfettamente a tutti. 

Basta aprire la tua casella e-mail per accorgerti subito che in questo periodo tutti siamo inondati da newsletter e messaggi promozionali relativi al Black Friday. Migliaia di negozi online sono in competizione per attirare l’attenzione dei potenziali clienti nello stesso identico periodo

Tre le tendenze che osserviamo, si può anticipare il giorno del Black Friday con offerte e promozioni che partono da settimane o addirittura mesi prima, oppure semplicemente dal giovedì precedente inventandosi un “Black Thursday”; arrivare volutamente più tardi degli altri per catturare l’interesse di chi normalmente non riserva particolare attenzione alle promozioni da “festa comandata”; o addirittura, rifiutare di entrare in competizione spiegando perché non si aderisce a Black Friday e Cyber Monday, raccontando la politica dei prezzi, e la volontà di tenerli bassi tutto l’anno (oppure l’impossibilità di praticare forti sconti dovuta alla qualità e artigianalità di ciò che si vende), insieme ad altre attività valide tutto l’anno, come invio di codici sconto, coupon e omaggi dopo ogni acquisto, spedizione sempre gratuita, reso free o altri benefit. 

La scelta di intervenire prima o dopo dipende anche dalla categoria merceologica: se ti occupi di laptop e console, i tuoi clienti potrebbero puntare a un modello specifico e muoversi in anticipo per accaparrarselo a un prezzo ridotto; se invece sei sul mercato con i tuoi panettoni artigianali, Black Friday e Cyber Monday possono essere un’occasione per farti notare inaugurando una serie di promozioni che arrivano fino alle festività. 

Una pratica semplice ma particolarmente interessante potrebbe essere offrire al cliente la possibilità di aggiungere direttamente al calendario Google la data di inizio della promozione che gli interessa (gruppi noti come Westwing o Glossier lo fanno tutto l’anno in occasione delle vendite speciali o delle offerte a tempo). 

Questo allevia la pressione “marketing” sul cliente, che decide in base ai suoi desideri su cosa ottenere un reminder, esattamente come quando attende un titolo in particolare su una piattaforma streaming. Tipicamente utilizzati sono anche i format del conto alla rovescia, del quiz, del gioco.

Green Friday o Ethical Friday: solo se ci credi davvero

Alcuni preferiscono devolvere gli introiti delle vendite di queste due giornate – a dare un minimo di senso all’ansia consumistica già a rischio implosione vista la prossimità con il Natale – a sostegno di cause specifiche

In molti settori invece che di Black Friday si preferisce parlare di Green Friday o Ethical Friday per un focus su sostenibilità e ambiente oppure su abitudini di consumo più eque; il nostro consiglio è di adottare questi termini soltanto ed esclusivamente solo se anche tutti gli altri giorni dell’anno la tua attività sposa realmente pratiche sostenibili

Il rischio è quello della tua credibilità e reputazione, soprattutto in un momento storico in cui green significa troppo spesso greenwashing.

Qualche esempio creativo

Nelle attività di preparazione per il Black Friday e Cyber Monday, non dimenticarti di includere l’eventualità di dover dare una rinfrescata alla tua strategia di marketing e un check-up ai tuoi strumenti digitali

Analizza spietatamente le tue newsletter: è il momento giusto per farlo, quando siamo circondati da oggetti tutti identici (sconto Black Friday o codice BLACK). Osservando le strategie più creative e divertenti, abbiamo raccolto alcuni spunti: 

Evoca un altro colore…

per una comunicazione mirata e legata a una specifica esigenza: magari un colore legato alla tua attività specifica e al mood dei tuoi prodotti, a un cofanetto o a un packaging specifico pensato per l’occasione, o a una nuova di una collezione, pensiamo a una capsule di capi pastello lanciati con un Pastel Friday.

…o lo stesso: resta fedele al tuo stile di sempre

Anche in questo caso cambiare colore non ha senso: quello d’elezione del fashion brand non convenzionale Librastyle è il nero (ma non solo) e per il Black Friday i ragazzi sperimentano sempre grafiche originali ispirate al loro eterno amore per tutto ciò che è classic horror. Nere sono anche le cassate natalizie del rinomato pasticciere napoletano Mario Di Costanzo, ma per il Black Friday di qualche anno fa sono state proposte di venerdì e in una confezione speciale con uno sconto. 

Il noto marchio svedese di abbigliamento sportivo e attrezzature outdoor Fjällräven sceglie di abbracciare completamente la filosofia di cui parlavamo: rifiuta drasticamente il concetto di Black Friday (chiamiamolo ‘Long term investment Friday’, invece) sottolineando che un suo piumino può durare 30 anni, quindi non ha bisogno di smettere di incoraggiare la prospettiva sostenibile di un acquisto importante che dura nel tempo.

Crea una guida ai regali

Che sia particolarmente curata e magari interattiva (ad esempio con la formula shop the look) per rendere Black Friday e Cyber Monday il riflettore su quelle che saranno le vendite per Natale, o perché no, per ogni altra occasione. 

Un esempio che resta funzionale tutto l’anno è la sezione Holiday Gift di Dsquared2, che propone un breve test esteticamente piacevole per scegliere il destinatario del regalo e ottenere consigli sul prodotto ideale; la guida di Barnes & Noble propone una selezione di titoli accuratamente catalogati in base al destinatario, al genere, ai premi vinti, ma ogni anno si aggiunge anche qualcosa di esclusivo per il Black Friday: dalle edizioni limitate e autografate promosse proprio a partire dal venerdì nero a una sorta di club VIP per ottenere ulteriori vantaggi.

Gioca con le date (ma non scherzare col carrello)

Lo shop online di piante Flobflower caratterizza il Black Friday con il consueto sconto, ma anche e soprattutto come momento per acquistare in anticipo i regali di Natale, garantendo la spedizione in prossimità delle feste.

Il popolare store online di profumeria Notino non si fa certo sfuggire la data cruciale, ma la estende a un’intera settimana di Novembre. Inoltre, nella sua comunicazione non punta tanto sull’urgenza quanto sulla rassicurazione, raccontando che ha creato un Summer Black Friday – perché anche l’estate si merita le sue promozioni. Poche parole efficaci seguite da una vetrina ben filtrata e da relative shopping page intuitive e facili da usare: nella corsa a immaginare la strategia più creativa per il Black Friday non dimenticarti che se l’esperienza d’acquisto è farraginosa, anche l’idea più originale non sarà sufficiente.