noi / Lettere / Lettera 16

L’identità, la marca, la reputazione

La reputazione non è che il frutto della manifestazione di un’identità di marca, che include la riconoscibilità (nome e immagine), i valori espressi, i motivi, il tono, lo stile, i modi di conseguire i propri obiettivi, il modo di creare mantenere e alimentare interazioni ed emozioni coinvolgendo.

Per costruire un’identità di Marca occorre avere prima di tutto una visione, un’organizzazione, una scaletta, un ordine di step che abbia una logica temporale e concettuale.

Ad esempio, non si può partire dal brand logo per arrivare al naming. Non si può realizzare il naming senza conoscere a fondo il proprio target. Non si può conoscere il proprio target se non si fa un’attenta analisi.

Costruire una brand identity non finisce quando tutto il necessario è stato fatto. Inizia in quel momento.

A 10 anni avevamo un’identità, a 20 anni un’altra, a 30 anni un’altra ancora, probabilmente quella che assomiglia di più a quello che siamo. Allo stesso modo costruire una brand identity richiede tempo, consapevolezza, posizionamento e azioni.

Oggi avere una brand identity che funziona è la chiave principale per creare valore, un posizionamento e una manifestazione dello stesso, propria e altrui, riconoscibile e non riconoscibile, palese e intangibile.

Tutto contribuisce alla creazione di un’identità di marca, il valore percepito, le azioni, le interazioni, il pubblico e la sua percezione, gli elementi (dicevamo prima le azioni) che si utilizzano per veicolare la Marca: qualunque essi siano. Tutta questa serie di collegamenti, questa lavagna pregna di significati e collegamenti, di azioni, cause ed effetti contribuisce a costituire un’identità.

Usando lo stesso esempio di prima la nostra identità, il nostro carattere, quello che siamo è costituito da un insieme di fattori: la nostra genetica, la nostra esperienza personale, le azioni che abbiamo compiuto e le reazioni che hanno scatenato, le azioni degli altri che ci hanno riguardato, chi ci ha educato e come l’ha fatto, dove siamo cresciuti, gli errori che abbiamo fatto e come li abbiamo affrontati, i nostri successi, la nostra consapevolezza interiore, il modo in cui ci relazioniamo con gli altri.

La reputazione

E una volta che ti sei costruito un’identità ti sei automaticamente costruito una reputazione, che tu lo voglia oppure no. Jeff Bezos, CEO di Amazon disse: “il tuo Brand è quello che dice la gente di te in giro quando non ci sei”.

E la reputazione non è che il frutto della manifestazione di un’identità, che include la riconoscibilità (nome e immagine), i valori espressi, i motivi, il tono, lo stile, i modi di conseguire i propri obiettivi, la reazione suscitata, la percezione, il modo di creare mantenere e alimentare interazioni ed emozioni coinvolgendo.

Parliamo di Graphic Design
0
loading
Lettere