Sviluppare la creatività in gruppo

Lettera 28
Come team liquido usiamo tecniche per favorire la creatività in team e sviluppare idee efficaci. La capacità di elaborarle e di trovare una soluzione è moltiplicato per tutti gli elementi del gruppo che partecipano con le loro competenze e conoscenze, ti mostriamo 3 metodi per farlo.
team | caroselling | web design e UX, agenzia di comunicazione mantova

Siamo un collettivo creativo e usiamo tecniche creative di gruppo per sviluppare idee efficaci.

Significa che le capacità di elaborare un procedimento tra il problema e la soluzione è moltiplicato per tutti gli elementi del gruppo che partecipano con le loro competenze e conoscenze.

Una sorta di cervello collettivo che amplifica e mette in risonanza le idee per rendere più fertile il processo creativo.

Abbiamo 4 regole per favorire le idee libere.

  • Il non giudizio: nessuno censura nessuno, né sé stesso né gli altri. La critica è riservata a un altro momento, non sicuramente a quello in cui le idee vengono proposte.
  • Non mettiamo limiti alla quantità: più idee mettiamo sul tavolo più è probabile che troveremo quella buona
  • L’accoglienza del bizzarro: lasciamo che la stravaganza entri quando vuole e crei percorsi originali anche se a primo impatto improbabili
  • L’aiuto reciproco: ognuno propone suggerimenti per migliorare le idee degli altri, la combinazione di più mondi è una potenza. Quindi non ci si concentra solo sulle proprie idee ma si dà una mano per sviluppare quelle degli altri.

Quali sono i metodi per sviluppare la creatività?

Il Brainstorming

Il brainstorming è forse la più conosciuta tra le metodologie per stimolare la creatività: letteralmente significa “tempesta di cervelli” e io la trovo una definizione meravigliosa.

Utilizza il gruppo come moltiplicatore di nuove soluzioni. È una discussione guidata da uno dei partecipanti che ha lo scopo di far emergere più idee possibili sull’argomento che si è condiviso. Solo alla fine si selezionano, criticano e valutano i risultati.

Ha tre fasi:

  • Preliminare: la presentazione del problema. Dura 15 minuti al massimo in cui il coordinatore descrive il problema e lancia una domanda.
  • Centrale: è il brainstorming vero e proprio che può essere registrato per tenere traccia di tutto. Dura un’oretta in cui si pensa senza confini.
  • Finale: si valutano le proposte e si selezionano le migliori. Si mettono in circolo logica e razionalità e se è possibile non sono i membri che hanno partecipato al brainstorming a effettuarlo ma componenti estranei alle prime due fasi.

La Mappa mentale

Con la mappa mentale rappresentiamo graficamente le idee che si collegano all’idea madre.

Al centro della lavagna viene inserita la parola di partenza, che è il nostro problema: nella prima fase del lavoro dalla parola centrale partono 4 parole associate, che sono chiamate radici e vengono decise in base a un procedimento di libera associazione.

La seconda fase è costituita dallo sviluppo di ogni radice con un suo ramo secondo familiarità: quindi dalle 4 radici partono dei rami di parole intimamente collegati. Le mappe mentali disegnano un percorso che aiuta a individuare obiettivi, ad analizzare le idee e le opportunità. È usato anche per rinsaldare team o riassumere riunioni, un po’ per tutto, è un po’ come l’aspirina. Meglio avere sempre a disposizione colori e penne in quantità: si può scrivere e disegnare liberamente.

Il Concassage

È la tecnica della frantumazione che permette di vedere l’insolito “giocando con le idee”, sollecitando i partecipanti a deformare l’idea iniziale cambiando di continuo il punto di vista.

Si propone al gruppo di pensare al problema con un “cosa succede se”:

  • ingrandissimo: nella forma, nel peso, nel valore;
  • diminuissimo: di volume, di prezzo, di durata, di mansione;
  • migliorassimo: il materiale, il design, la prestazione;
  • associassimo: con un altro oggetto o funzione diversa;
  • eliminassimo: tutto o in parte.

Per produrre idee si possono combinare questi metodi.

Noi li usiamo tutti anche se il nostro preferito rimane il Brainstorming.

Newsletter

Periodicamente inviamo la nostra newsletter ai nostri amici iscritti: contiene link, cose curiose, notizie, attività promozionali, cose che stiamo facendo o abbiamo fatto. Cliccando sul bottone sotto accetti di salire a bordo anche tu!

Per sapere come ci prendiamo cura dei tuoi dati puoi leggere l’informativa sulla privacy.

Continua a leggere